gravidanza

Premessa

Nel momento in cui si scopre di aspettare un bambino, si inizia a comprendere, forse per la prima volta, il vero significato della parola “attesa”, in cui tutto sembra essere sospeso, come una pausa musicale… Il laboratorio Musica in Gravidanza nasce con l’intento di accogliere tale attesa con una dimensione sonora capace di coinvolgere la coppia bambino – genitori sin dai primi mesi di gravidanza. Insieme al conduttore i genitori affrontano alcune delle tematiche caratterizzanti i vari momenti della gravidanza anche attraverso la musica.

La novità della scoperta di aspettare un figlio, la gioia della consapevolezza e della condivisione, la preparazione alla nascita: in questo viaggio la coppia si immerge in un’esperienza musicale in cui trova protezione, energia e  rassicurazione fino al parto, vivendo il canto, il movimento e l’ascolto come  un insieme di doni che può offrirsi sin dal principio.

Le attività musicali appositamente studiate permettono in particolare alla donna di vivere con maggior serenità le ultime due fasi della gravidanza (II e III trimestre).

Anche se non è ancora possibile toccare il bambino, né sentire il suo odore, né guardalo direttamente, si può comunicare con lui e coccolarlo attraverso la voce, i suoni e le emozioni che essi racchiudono, proprio perché  un bambino sente già dal V mese di gravidanza.

I futuri genitori, assaporando il piacere di far musica, trasmetteranno benessere e piacevoli sensazioni, rafforzando così il legame col proprio bambino.

Le attività

RESPIRO:  una  respirazione lenta e profonda aiuta a percepire meglio il proprio corpo e il bambino, oltre a favorire l’emissione di suoni e canti in modo libero, rilassato e corretto.

CANTO: le vibrazioni delle voci dei genitori effettuano un vero e proprio massaggio sul bambino, in particolare quella della madre che si trasmette attraverso i tessuti e la struttura ossea.

ASCOLTO:  musiche provenienti  da varie parti del mondo e appartenenti a vari generi musicali.

MOVIMENTO:  libero, guidato e all’interno di danze che, tenendo conto delle singole esigenze, hanno lo scopo di far percepire  ritmi e andature al bambino, oltre a favorire la circolazione.

STRUMENTI MUSICALI: suonati per realizzare semplici accompagnamenti; forniscono, inoltre, varietà timbrica ulteriore arricchendo così l’ascolto dal vivo.

PRESTITO: consigliati libri-cd inerenti al tema e disponibili per la consultazione.

– CONDIVISIONE: l’ultima parte dell’incontro è dedicata alla condivisione di riflessioni ed emozioni vissute, oltre a rispondere ad eventuali domande.

– FIGURE PROFESSIONALI: Luca GAMBERTOGLIO

Visit Us On Facebook